Il corpo fruttifero del tartufo, detto carpoforo, a piena maturità ha un aspetto globoso, spesso sferoidale, con dimensioni variabili da quelle di una nocciola a quelle di un’arancia. Lo strato esterno è costituito da un rivestimento chiamato peridio che può essere bianco, giallo, rossastro, bruno o nero.

La sua superficie è liscia (tartufo bianco pregiato o Tuber magnatum Pico), o più o meno verrucosa(tartufo nero pregiato o Tuber malanosperum Vitt. e scorzone o Tuber aestivum Vitt.).

Le caratteristiche del peridio sono variabili anche all’interno della stessa specie, per esempio il tartufo bianco cresciuto in ambienti acquitrinosi presenta un perizio con maculature esterne di colore ruggine, se nasce negli incolti assolati con folta copertura erbacea con il suo colore giallastro.