La Roverella è una specie forestale molto diffusa nelle zone collinari e pedemontane dell’appennino, fino ad un’altitudine di 800 m.

Di temperamento rustico e frugale, non ha particolari esigenze sia nei confronti del clima sia del terreno; predilige substrati calcarei anche poco profondi, vegeta in tutte le esposizioni, con preferenza per quelle più calde.

Queste ampie doti d’adattabilità ne spiegano la vasta diffusione sul territorio nazionale.

Specie tartufigena per eccellenza, la Roverella è la pianta maggiormente impiegata nella realizzazione di tartufaie coltivate.

Può essere micorizzata con tutte le specie di tartufi, tuttavia i migliori risultati li ottiene in simbiosi con il tartufo nero pregiato e con il tartufo nero estivo.